Subscribe to Scambia informazioni

Mi padre è un PPP

Citazione dal libro: 
"La tua testa è una specie di gabbia / dove un uccellino frastornato / tiene il becco ben serrato: / credendo di non avere talento / resta muto e ascolta il vento" Visto Spik? questi versi li ho presi dalla tua lettera! Erano ben nascosti, ma io li ho trovati. In realtà questa poesia è tua. Non l'hai vista perché sei troppo occupato in altre cose.
Formato: 
TitoloMi padre è un PPP
Publication TypeLibro
Anno2013
AuthorsKuijer, Guus
EditoreFeltrinelli
LuogoMilano
Trama

Quando spariscono di casa i risparmi di Polleke e della mamma, la ragazzina – pur immaginando che fine abbiano fatto – confessa di averli presi lei. Il giorno dopo, il padre le riporta i soldi ma Polleke gli dice che è troppo tardi e che non lo vuole più vedere finché non avrà scritto una poesia a dimostrazione della sua buona volontà. Spik invece le scrive una lettera in cui le confessa di non riuscire a essere un poeta e di non sapere cosa fare della propria vita. Polleke capisce di essere l’unica in grado di salvarlo e di convincerlo a smettere di drogarsi e si avventura a cercarlo tra i barboni della stazione. Per fortuna Polleke ha l’appoggio di Mimun, suo compagno di classe e fidanzato (anche se da grande sposerà una ragazza marocchina, come vogliono i suoi genitori), che l’aiuta a ritrovare il padre. Spik accetterà di andare in una casa-famiglia per tossicodipendenti? E quando Mimun tornerà dalle vacanze in Marocco sarà ancora innamorato di Polleke? L’estate porterà molte risposte.

reference