Subscribe to Scambia informazioni

I carnefici

Citazione dal libro: 
Nella notte che trascorre lenta, [il nonno] Giuseppe è travolto dalla narrazione, dagli appunti circonstanziati che ha scritto in tanti anni, dalle proprie ricerche frutto di letture di decine di libri e di migliaia di pagine di documenti giudiziari. [Il nipote] Carlo lo stimola con domande, riflessioni, chiede continue precisazioni. Sono due persone davvero lontane dal punto di vista anagrafico, ma vicine per sensibilità e valori comuni. Tra loro sta nascendo una grande collaborazione. Ora nonno Giuseppe sfoglia l'album fotografico e Carlo cerca le immagini su internet. L'analogico e il digitale, la memoria del passato e quella del futuro.
Formato: 
TitoloI carnefici
Publication TypeLibro
Anno2015
AuthorsBiacchessi, Daniele
EditoreSperling & Kupfer
ISBN9788820058036
TramaIn una tiepida sera di fine estate, nel cortile di una cascina a Monte Sole, un vecchio mostra al nipote un tesoro fatto di fotografie ingiallite, mappe militari consunte, cartine geografiche, carte processuali segnate dall'uso. Testimonianze e ricordi di una storia avvenuta settant'anni fa, di cui il nonno, nella sua comunità, è diventato il custode. È la storia di una lunga estate di sangue, quella del 1944: per contrastare l'avanzata delle truppe alleate, i tedeschi rinforzano le difese lungo la linea Gotica e intanto pianificano una persecuzione spietata delle brigate partigiane. Il compito è assegnato a una divisione speciale delle SS combattenti, che viene lanciata contro i «banditi» come su un fronte di guerra: i borghi in cui si nascondono i ribelli devono essere rasi al suolo, la popolazione eliminata come complice. Nei piccoli paesi dell'Appenino fra Toscana ed Emilia – Sant'Anna di Stazzema, Bardine, Vinca, Casaglia, Marzabotto – il beffardo suono di un organetto annuncia l'arrivo dei militari della divisione assassina e dà inizio al martirio di centinaia di vecchi, donne e bambini. Il nonno ha ancora negli occhi l'orrore conosciuto nella sua infanzia, ma il suo racconto ha la lucidità di chi per decenni si è dedicato a ricostruire i fatti e individuare le responsabilità dei singoli, a seguire i processi e denunciare i silenzi e le omissioni di giudici e politici. Daniele Biacchessi, impegnato da anni a portare in libreria e in teatro le pagine più drammatiche, oscure e controverse della storia italiana, offre in questo libro una narrazione delle stragi naziste che rende la memoria viva e toccante.

reference