Subscribe to Scambia informazioni

27 gennaio: "Giorno della memoria"

Cos'è il numero che hai sul braccio?

Mi chiedi, io taccio.

È un numero enorme, infinito.

Lo tocchi con il dito.

- Ogni numero è un uomo - racconto.

Due occhi, un cuore.

Ogni numero è una storia diversa che non va persa,

da conservare nella memoria

perché è la tua storia.

 

(Testo di Janna Carioli tratto dal libro "Il cammino dei diritti", testi di Janna Carioli, illustrazioni di Andrea Rivola, Fatatrac, 2014)

 

"Giorno della memoria"

Il 27 gennaio 1945 l'esercito sovietico liberò i sopravvissuti del campo di concentramento di Auschwitz (Polonia). Questa data, anche se non rappresenta la fine ultima dello sterminio, è stata scelta per il suo alto valore simbolico per ricordare il genocidio perpetrato dai nazisti durante la Seconda Guerra Mondiale nei confronti di ebrei, rom, omosessuali, dissidenti politici e altri oppositori del nazismo. Questa ricorrenza è stata istituita con la legge del 20 luglio 2000, n.211.

 

RISORSE:

Leggere l'olocausto (bibliografia per bambini e ragazzi)

Olocausto (i TAG di biblioragazzi)

I libri di Janna Carioli e Andrea Rivola nelle biblioteche del sistema bibliotecario.

Amnesty international

 

reference